domenica 19 febbraio 2012

L'erba voglio

"Ma tu desideravi un maschietto o una femminuccia?"

Questa è la domanda che mi è stata fatta più spesso.

Un po' perché è un modo per gli uomini di approcciarsi ad un donna incinta senza incorrere in discussioni 'sensibili', come il parto, gli effetti collaterali della gravidanza, etc. 

E per le donne è sempre la domanda delle domande, insieme al nome scelto.

La verità è che io a questa domanda non so rispondere.

Da quando ho appreso di aspettare Cookie, ho sempre 'sentito' che fosse un maschio. Non so spiegarlo, ma qualcosa mi diceva che era così. Tanto è vero che gli ho sempre parlato trattandolo come un maschietto. 

Il Papà, invece, era più diffidente. Forse perché, a differenza di me, lui un maschio lo desiderava davvero.

Il caso ha voluto che il giorno in cui ho avuto conferma del sesso, il Papà non ci fosse. 

Eh già, sono dovuta andare dalla Dotti di corsa perché avevo avuto delle piccole perdite - rivelatesi insignificanti -. E mentre facevamo l'ecografia è arrivata la fatidica domanda "vuol sapere il sesso?"

All'inizio ho detto di no, perché il Papà non c'era e sapevo quanto ci tenesse a scoprirlo con me, poi, complice anche uno 'zoom particolare', ho avuto la conferma: un maschio.

Ho chiamato il Papà per tranquillizzarlo e alla fine della telefonata mi ha detto "Tu lo sai se è maschio o femmina, vero?"

Io: "è uguale a te da quello che ho potuto vedere, ma non so il sesso, ti pare... ti aspetto"

Lui: "ma sei pazza, fattelo dire, così lo sappiamo!"

Al telefono chiaramente non ho detto nulla... poi tornando a casa sono entrata in farmacia e ho acquistato un ciuccio tutto azzurro. 

Mi ricordo l'eccitazione mentre percorrevo la rampa di scale, non stavo più nella pelle, dovevo dire al Papà che avremmo avuto un maschio come lui voleva, e come io pensavo!!

Arrivata a casa, ho fatto vedere al Papà l'ecografia e poi dalla tasca ho tirato fuori il ciuccio. 

Il sorriso del Papà è stato bellissimo. E sono mesi ormai che ce lo ha stampato in faccia!

Anche se devo dire che il Papà è rimasto ancora un po' diffidente: tutte le volte che facciamo l'ecografia chiede conferma del sesso. 

Fortunatamente l'ultima volta abbiamo colto il piccolo mentre faceva la pipì... Beh credo che non abbia molti dubbi ora. 

O forse sì...  



1 commento:

  1. Sai quelli che ti dicono "non importa il sesso, l'importante e' che sia sano". Beh, hanno ragione loro. Io volevo una femmina tutta rosa, pizzi, merletti, gonnelle, fiocchetti, una barbie umana insomma. Poi e' arrivato Guu, un maschio vispo e sorridente. E ogni volta che lo guardo sento il cuore che si scioglie e penso che non avrei mai potuto desiderare nulla di diverso da lui.

    RispondiElimina

commenti biscottosi...