sabato 14 luglio 2012

bimbi sì - bimbi no

Prima di avere un bimbo non mi ero mai resa conto che patissero una ghettizzazione pari a quella riservata agli animali negli esercizi commerciali.

Insomma, non mi ero mai posta il problema se andare o meno al ristorante preferito con carrozzina al seguito fin quando non ci hanno rifiutato la seduta.

Non pensavo di dover chiedere ad un albergo se i bimbi erano bene accetti, visto che pagavo anche il supplemento. Ah, il supplemento si applica solo se il bimbo ha dai 9 ai 10 anni, se no, niente. Genitori e bimbi non ammessi.

Ingenuamente non ho mai visto i bimbi come un ostacolo a fare tante cose. Sono partita per viaggi, andata a cene con bimbi al seguito e mi sono pure divertita. In scioltezza. La stessa che esercito anche con Cookie.

Capite bene allora il mio rammarico ( e perché no un po' di incazzatura), quando dopo aver confermato la presenza ad un matrimonio, mi è stato 'segnalato' dallo sposo che i bimbi non erano ammessi. E che Cookie sarebbe dovuto rimanere in albergo. Eh, l'evento è tanto esclusivo da svolgersi in un posto lontano da tutto.

Visto che lo allatto ogni tre ore, questo significa che anche io sono esclusa.

Francamente l'ho trovato un approccio un po' rigido. Che rispetto perché ognuno può far quel che vuole, ma che non comprendo.

Vuol dire che passeremo il week end al mare. A pensarci bene sarà anche più bello.

3 commenti:

  1. Noi siamo un pò spartani e per ora non ci hanno negato l'accesso da nessuna parte con Guu. Quando andiamo in qualche posto elegante, di solito Guu lo lasciamo a casa.
    All'estero i bimbi non pagano nemmeno e la cullina è gratis, ma l'estero è tutta un'altra storia.. loro sono evoluti, non trogloditi come noi.
    Sul matrimonio... fossi in te io non ci andrei! La mia famiglia è esclusiva e importante, tutto il resto no, sopratutto se li non è ben accetta.

    RispondiElimina
  2. Io non ho mai avuto problemi con Giosuè, di solito ci fanno entrare ovunque. Però c'è da dire che andiamo sempre in quei soliti 4 posti dove ci conoscono, mi ricordo una volta l'ho piazzato con l'ovetto su una sedia ( abbastanza larga ) e lui osservava tutta la sala, rapito.
    Per il matrimonio non capisco, davvero non comprendo (???????) perché mai non si dovrebbero portare i bambini? Qual'è il problema? Perché forse, probabilmente, forse anche no, piangeranno? O perché la carrozzina prende troppo posto? ( in una farmacia al centro non fanno entrare le carrozzine perché altrimenti non ci entrerebbe più nessuno ) ma questo lo posso capire...questione di spazi. Ma in un ristorante non credo si abbia questo problema, al massimo si potrebbe dire: guardate signori le carrozzine non ci entrano, portate i bimbi in braccio. Io ancora lo metto nel mei tai sulla schiena quando devo andare in posti "stretti", certo il mei tai ad un matrimonio non è il massimo ma un ovetto piazzato su una sedia non credo prenda tutto questo spazio. Vaaabè ho scritto un poema, non la sapevo sta cosa che i bimbi non possono entrare in un ristorante, manco la facessero in terra come i cagnolini. ( Che se sono educati bene secondo me dovrebbero poter entrare ovunque anche loro ).

    RispondiElimina
  3. Una sola parola:idioti.Ma quando s'e' visto mai sta cosa??!!E per fortuna che e' un matrimonio!!Li voglio vedere fra qualche anno (se mai ci arriveranno a fare figli tipi cosi).

    RispondiElimina

commenti biscottosi...