martedì 8 maggio 2012

Come Johnny Stecchino

Avete presente il film di Benigni? In particolare quando Johnny vede il suo sosia per la prima volta e, scuotendo la testa, proferisce: "Non me somiglia pe' niente"

No? Vabbè ecco un piccolo aiuto per la memoria....


Beh, questa è stata la mia stessa reazione quando ho visto Cookie per la prima volta. Lui era uguale al Papà. Non aveva nulla di me. Ma proprio niente, manco il gruppo sanguigno. Pure quello se lo era preso dal padre. 

Addirittura quando gli è caduto il cordone ombelicale, l'ombelico si è sistemato come quello del Papà. 

Praticamente il mio contributo alla sua creazione apparentemente era stato nullo. Il mio ruolo si era 'limitato' a portarlo nella pancia.

Voglio dire, ero contenta che assomigliasse al Papà, che è un bell'uomo. O almeno io la penso così. 
Ma pensavo, visto che me lo ero scarrozzato per nove mesi, esponendomi a transizioni fisiche e psicologiche rilevanti, che io una piccola ricompensa me la meritavo. Insomma poteva pure darmi soddisfazione e assomigliare a me. 

In più è maschio, e i maschi devono assomigliare alle madri. Questa è la tradizione. Come la pancia a punta e il viso bello. Tutte cose che si sono rivelate vere nel mio caso.

Se poi ci aggiungiamo che il Papà girava per casa con lui in braccio dicendo "ecco il mio mini me", un po' di invidia io la provavo.

Poi... piano piano gli sono cominciate a spuntare le guanciotte. Eh, quelle non sono del Papà. Nemmeno i nonni materni se le spiegavano.

Allora mia mamma e i miei fratelli hanno pensato di riprendere in mano il mio album di quando sono nata io.

Perché vedete, io stavo proprio sbagliando tutto. Pretendevo che Cookie assomigliasse alla me di adesso. Non avevo calcolato che forse sarebbe stato opportuno fare un paragone un tantino più appropriato.

Le mie foto hanno fatto giustizia. E quelle sono schiaccianti, mica frutto di impressioni.

Eh sì, Cookie è identico a me quando sono nata. Incredibile. Due gocce d'acqua!!! Mitico!

Cookie è il mio mini-me!!!

Davanti all'evidenza, il Papà era sconvolto, e anche un po' contrariato. Ma che volete è il gioco. 

E poi io avevo la tradizione dalla mia parte. Insomma non vogliamo mica metterci contro la tradizione?





1 commento:

  1. Io ho fatto un mini-marito. Non ci sono ormai più dubbi. Ogni giorno che passa è sempre più simile a lui. Mi consolo pensando che un domani, se non dovessimo più andare d'accordo, risparmieremmo i soldi del test del DNA per avere la certezza della paternità...qui non ci sono proprio dubbi in merito!
    :-)

    RispondiElimina

commenti biscottosi...