martedì 19 marzo 2013

latin lover

C'avete presente quei vecchi che tossiscono come se stesse cascando il mondo. Che se vanno avanti così mi sa tanto che la notte non la passano. Che vorresti scuoterli fino a che non si fermano.

Ecco, questa sono io in questo momento, solo più giovane, anche se da come sono conciata non si direbbe. Ho una sciarpa al collo, un maglione di lana grossa e il tavolo è ricoperto di fazzoletti. E, certo, ho una tazza di tè caldo talmente grossa, che recupero in un giorno quello che la regina Betta si beve in una settimana.

Vorrei dire che mi sono presa questa influenza andando in giro fino a tarda notte a spassarmela con gli amici, indossando una gonna corta e le calze velate, come fanno qui molte ragazze. Sicuramente bilancerebbe la mia immagine di nonnetta al pc, l'ossimoro che mi vede protagonista in questo momento.

E invece no, questa me la sono presa senza uscire di casa. E con un bacio. Quello di Cookie (sì lo so, stavo quasi per ribilanciare...).

Il fatto è che il piccoletto mi ha iniziato ad una pratica del tutto nuova, che mi chiedo da dove gli sarà venuta. Ma temo che sbaciucchiare il Papà in sua presenza c'entri qualcosa. Praticamente, se gli dico "dammi un bacio", lui si avvicina, apre la bocca, io mi giro per farmelo dare sulla guancia, ma lui mi prende il viso e punta alla bocca. Risultato: mi trovo con la faccia tutta slinguazzata di bava!

Devo dire che questo approccio - di puntare alla bocca - qualche anno fa sarebbe stato molto apprezzato se fosse venuto da uno di quegli amori impossibili. Oggi, invece, temo che faccia scappare tutte le bambine dell'asilo, molte nordiche, che lo additeranno come 'Italiano latin-lover'.

Tutte queste effusioni, mi hanno messa KO. Sono due giorni che giro come una zombie per casa. Mi fa male tutto, sono sempre stanca. Non vorrei fare altro che starmene a letto.

Per fortuna che c'è il Papà che in questo w-e mi ha fatta riposare prendendosi cura del nano, anche se da ieri ne ho perso le tracce per via di riunioni su riunioni e cene post riunione. Ma dice che oggi ci sarà.

Anche perché oggi è la sua festa. Cookie gli ha pure portato un regalo stamattina. Peccato che l'avessi scelto io e che non gli sia piaciuto. E vabbè, lo cambierò.

A proposito: Tanti Auguri a tutti i Papà là fuori, in particolare al mio. Mangiate tante zeppoline anche alla mia faccia!

Ora vi saluto. a presto.

PS. Nota di merito a J., la nuova signora delle pulizie ecuadoregna, manco è arrivata e già mi ha migliorato l'esistenza con un beverone di acqua calda e limone. Tossisco già meno.

5 commenti:

  1. E a me che i bacini sulla bocca mi piacerebbero, mio figlio non me li da e mi dice che si danno solo sulla guancia!!!! :-((

    RispondiElimina
  2. Oh povera, questa influenza sta facendo strage. Rimettiti al più presto. Miciomao i bacini li ha sempre dati sulla guancia e se sono stesa sul divano a sonnecchiare me li da sulla fronte..tenerissimo!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao, ho scoperto oggi il tuo blog, benvenuta a Bruxelles!
    So che non ti consolerà ma anche a casa mia la situazione alivello di germi e bacillo è da allerta... resisti!

    RispondiElimina
  4. Mmm.. massima solidarietà!
    Anche qui, ogni microbo è caldamente e affettuosamente elargito dal nano su tutta la famiglia, gatti compresi!

    RispondiElimina

commenti biscottosi...