giovedì 28 marzo 2013

#one

Ieri sera mentre preparavo il tuo tavolino tutto addobbato, ero eccitatissima. Come quando ero piccola e aspettavo la mattina di Natale, come quando attendevo che citofonasse il primo amichetto per dare il via alla mia festa di compleanno, come quando la mattina del matrimonio non vedevo l'ora di arrivare in chiesa, come quando un anno fa aspettavo di incontrare te, il tuo viso.
E immaginavo il tuo stupore, quando questa mattina avresti visto tutto quello che ti avevamo preparato. Come al solito non ci hai deluso. Sei stato molto contento. Soprattutto del muffin, che, per la cronaca, ieri ne ho sfornati a palate prima che me ne venisse una teglia decente. Ma vabbè.

Ripercorrendo questo ultimo anno, penso che sia proprio questo il dono che hai portato con te: l'emozione dell'attesa e la gioia dell'inizio. Il tuo primo sorriso, la prima volta che ti sei girato a pancia in sotto (ti abbiamo trovato così una mattina mentre dormivi), la tua prima parola, quando hai imparato a fare ciao, quanto ti sei alzato in piedi. I tuoi primi passetti, novità degli ultimi giorni.

Se penso a quella mattina di un anno fa, non riesco a ricordare un giorno più felice e travolgente per tutti. Anche per qualche insospettabile.
Il Papà che si è scoperto ad amarti visceralmente fin dal primo momento, come se quei 9 mesi di panzitudine se li fosse fatti in un attimo in termini di carica emozionale. 
Tuo Nonno P, che a sorpresa, lui sempre un po' distaccato, ha ritrovato in te l'amore della sua vita con tutto il trasporto che ne deriva. E Nonno A per il quale sei il bambino più bello che abbia mai visto, con il beneplacito mio e dei miei fratelli. 
Le Nonne che, come previsto, sono impazzite, come i miei Fratelli, per i quali sei già l'astro nascente del calcio.

Quanto a me, non sono mai stata tanto grata alla vita, soprattutto perché attraverso te ho ritrovato una parte di me che si era un po' assopita nel corso degli anni. Quella che combatte, che sceglie, energica, tenace, determinata. 
Per tutto questo ti dico grazie, amore mio.

E a te auguro di essere semplicemente te stesso, sempre. E di sorridere, giocare e divertirti mentre ti godi questo meraviglioso viaggio che è la vita.

Buon compleanno. 

7 commenti:

  1. Mi sono commossa...e non credo sia colpa degli ormoni della gravidanza.
    Hai reso perfettamente l'amore della vostra famiglia per il piccolo Cookie.
    Posso unirmi agli auguri? Senza pretese, auguri solo sussurrati, perchè forse non ne ho il diritto... ma leggo sempre il tuo blog e mi sembra un pò di conoscervi.

    RispondiElimina
  2. buon compleanno cookie! (tra parentesi, hai visto che anche bruxelles ti ha fatto un regalo?! c'è un sole splendido oggi!) (e sempre tra parentesi, i muffin di prova possono essere distribuiti a vicini e conoscenti. io mi candido come cavia.)

    RispondiElimina
  3. Il primo compleanno e' proprio un emozione ed e' un po' anche la nostra festa!!!!!! Auguriiiiiiiii

    RispondiElimina
  4. Auguri bimbo meraviglioso, amato da tutti coloro che ti circondano!!!

    RispondiElimina
  5. buon compleanno e buona vita, con l'augurio che tu possa sempre viverla con gioia ed emozione! (e un abbraccio alla tua mamma super innamorata!)

    RispondiElimina

commenti biscottosi...