venerdì 26 luglio 2013

il salto

Abbiamo fatto il salto, che poi in realtà è un ritorno, a quello che c'era prima. Prima che perdessimo il sonno, prima che realizzassimo che è più facile scalare la piramide del Sole e della Luna in Messico saltellando su una gamba sola che cambiare un esserino di 80 cm. 
Prima delle vacanze in tre che non sono delle vere e proprie vacanze, visto che non ti riposi mai. Prima di considerare le 7 come un orario 'tardo' e fortuito per svegliarsi.

Perché prima c’eravamo noi, le dormite in spiaggia quando stare al mare tutto il giorno era la normalità. Noi e il nostro vagabondare nelle case al mare di amici al primo accenno di estate. Noi e le nostre ‘fuitine’ romantiche fatte di coccole, cene e colazioni pantagrueliche, vino frizzantino e odore di sale mentre passeggi sul lungomare stretti stretti.

Lì, per tre giorni, noi ci siamo tornati. Dopo 2 anni, dopo un figlio, dopo un espatrio, dopo il cambiamento di tutto quello a cui nel ‘prima’ non avrei mai rinunciato.

E ci siamo stati bene, troppo bene direi. Forse perché complice la brevità della vacanza abbiamo solo pensato a goderceli quei giorni, tenendo a bada quel pezzo di cuore che ci avrebbe fatto tornare di corsa da Cookie.

Il problema ora è che in ci vorresti tornare subito. Sempre per poco, ma di nuovo.


E voi? Fuggite per un w-e a due qualche volta?


7 commenti:

  1. Hai ragione. Concordo totalmente ... Io a volte fuggo anche solo con la mente , ed è terapeutico !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai fatto...Le ns vacanze hanno sempre incluso i figli, anche se trovo che ogni tanto bisognerebbe ritagliarsi del tempo per la coppia.

      Elimina
    2. Beh, sì, almeno un giorno o due ci vorrebbe, credo. Anche una non vera e propria vacanza insomma.

      Elimina
  2. Ah, il we a due! Che sogno! Ne abbiamo fatti un paio da quando c'è Guu e sono stati meravigliosi. Ora che l'arrivo del nuovo inquilino è imminente ne avrei tanto bisogno di un altro, ma i nonni sono sordi in merito. A dirlo tutta vorrei tanto un paio di giorni da sola, per dividere il tempo solo con me stessa prima dell'immersione nella simbiosi mamma - bambino che ci sarà. Ma marito è più sordo dei nonni. Sigh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, raggruppa tutti e urla anche se necessario, non possono essere sordi mentre tu vai incontro ad un periodo molto stressante senza avere nemmeno uno stacco!

      Elimina
  3. Magari... se avessimo nonni disponibili, io e mio marito saremmo già sul lettino in spiaggia con in mano uno spritz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, se pensi che possa farvi bene anche solo un pomeriggio, magari un'amica che si improvvisa babysitter non sarebbe male...

      Elimina

commenti biscottosi...