lunedì 14 ottobre 2013

questo lunedì

Questo lunedì, così, un po' uggioso, un po' molesto come tutti i lunedì, assolutamente normale e assolutamente banale lo voglio dedicare, come augurio anche per me stessa, a quelli che una mattina si sono alzati e hanno detto: 

Sai che c'è? io lo faccio.
Smetto quello che mi fa alzare stamattina, come tutte le mattine da 10 anni a questa parte, con un peso sul cuore.  Anche se non posso permetterlo, anche se per la mia scelta dovrò fare economia, anche se dovrò fare un lavoro meno qualificato, anche il più umile. Sarà più dignitoso del modo in cui passo le giornate. Delle persone con cui passo le giornate.
Inizio quel progetto che avevo nel cassetto. Quell'idea che mi è venuta sotto la doccia. Quella che mi ha fatto tanto gasare che non ci ho dormito la notte. Che ha canalizzato le chiacchiere di una serata. La stessa che ho dovuto abbandonare il giorno dopo. Perché non avevo tempo, non avevo abbastanza spinta. Perché non mi sono documentato abbastanza. 
Cerco altrove, e cerco veramente, con la lucidità di chi dice "ho un piano" e la fierezza di chi pensa "non mi importa cosa, quanto e dove, io l'otterrò, ci arriverò". Che la determinazione alla fine è tutto. 
Oggi mi butto, e vado, fosse solo per 5 minuti di adrenalina. Quelli che precedono l'inizio di una grande avventura. Che sia quella della vita, o una gran ca@@ata, il tempo è sempre un galantuomo.

Oggi, è per chi è partito, chi sta tentando, chi alla fine è riuscito, e chi ha tentato e poi non si è dato per vinto, ed è ripartito più forte di prima. Ma soprattutto per chi, per rimanere fedele a se stesso, ha fatto una scelta, quella di cambiare la propria vita per essere più felice.


5 commenti:

  1. Allora questo post e' anche per me! Grazie!!! Ci vediamo al traguardo!

    RispondiElimina
  2. :) bellissimo leggere le tue parole!

    RispondiElimina
  3. quando vuoi , sempre benvenuta a casa ! :)

    RispondiElimina
  4. Oggi è martedì ma dopo aver letto il tuo post faro finta che sia lunedì. Per me che sono una quasi-expat, che oggi ho dato ufficialmente le dimissioni, che fra 2 mesi vivrò in Olanda e non vedo all'orizzonte ancora nessuna certezza... beh, per me questo post è come una tazza di the caldo quando fuori piove e pensi che alla fine tutto prende sempre la piega giusta. L'ho stampato e ora lo metto sulla pila di scatoloni che stanno invadendo casa. Dopo qualche giorno di ansia pre-partenza, queste parole mi hanno cambiato davvero la prospettiva!

    RispondiElimina
  5. Ti capisco, stiamo per ricominciare da zero ad Amsterdam, attirati dalla voglia di seguire l'istinto. Ti ringrazio, le preoccupazioni affollano i nostri pensieri, e le tue parole ricaricano. Ti auguro con il cuore di essere felice e di goderti questa tua nuova vita, e se leggo bene sei sulla buona strada. Ti abbraccio. Luca

    RispondiElimina

commenti biscottosi...