lunedì 5 gennaio 2015

Buon anno

Il 2014 è stato un anno pieno. 
Pieno di novità, di impegno, di concentrazione, di bei momenti.

Quasi assorbente. In cui mi sono dedicata così tanto al lavoro e ai miei due ometti, che sono arrivata alla fine dell'anno esausta e desiderosa di esaudire i miei bisogni, quelli che ho messo da parte in una scala di priorità tutta incentrata verso l'esterno, verso chi secondo me ne aveva più bisogno.

Ecco quindi un primo proposito per questo 2015: fare tutti i giorni una cosa solo per me. Che sia un'ora di sport/camminata, 30 minuti di relax con libro/tablet (e possibilmente questo blog) o 10 gustandomi una tisana calda.

A proposito, dopo 15 giorni in Italia sia tornati alla base - una Bruxelles fredda e assolata - con un Cookie strafelice di tornare a casa SUA e alla SUA scuola e due genitori ammirati dalla capacità di un bimbo di nemmeno 3 anni di identificare come CASA una città, una lingua e degli affetti lontani tanti kilometri da quelli dei suoi genitori.

Quanto a noi - i genitori - siamo tornati a lavoro ricaricati e con tanti progetti in testa e nuovi obiettivi da perseguire, come è giusto ad ogni inizio d'anno.

Che  sia quindi un anno meravoglioso per tutti!!!

xx


PS. mi è stato chiesto quale è stato il momento più bello del 2014: ecco in un anno di tante novità, non ho dubbi: Fine novembre. Quando il Papà si è sottoposto ad un intervento/analisi in cui è risultato sano come un pesce. Questo vuol dire anche che nn sapremo mai perché è successo quel che è successo, ma in fin dei conti è una cosa con la quale possiamo convivere. Le cose succedono, alcune volte senza alcuna spiegazione. Come ha detto una mia amica in modo molto pragmatico: è sta solo sfiga, ora basta. :)



2 commenti:

  1. Il momento più bella del 2014 è quando siamo stati 4 giorni a Parigi, il resto è stato tutta fatica e perdite, l'ultima il mio cagnolino, che dopo più di tredici anni ci ha lasciato. Che tristezza, che vuoto che ha lasciato dietro di sè.

    RispondiElimina

commenti biscottosi...